Triathlon a quattro

Oggi il Rolling Dreamers Club diventa un po’ più grande. Più grande perché diamo il benvenuto a due nuovi sognatori, ma soprattutto perché siamo pronti ad iniziare un’avventura in cui mettere alla prova il nostro modo di concepire lo sport.
I nuovi dreamers sono Mbaye e Oumar, di 34 e 19 anni, che dal Senegal e dalla Guinea sono a Firenze come richiedenti asilo. La sfida è prepararli per partecipare alla gara di triathlon “Santini Trio Senigallia” insieme ai fondatori del Rolling Dreamers Club, Matteo Venzi e Andrea Gelli. Sarà un percorso di preparazione atletica, che partirà dalle basi delle tre discipline coinvolte nel triathlon: nuoto, ciclismo e corsa. Ma sarà anche un percorso di inclusione, di integrazione, di apertura a nuove esperienze, dove la persona è al centro dell’esperienza, supportata e accolta dalla community. Questo è il progetto Human Factor.

Crediamo che lo sport sia un potentissimo strumento di integrazione, che crea legami forti, basati sulla fiducia, sulla lealtà e il rispetto reciproco.

Progetto Human Factor

Siamo fedeli alle origini del club quando diciamo che lo sport è molto di più di una prestazione fisica: è condividere vittorie e sconfitte, spostare i propri limiti, far parte di una squadra e cambiare il proprio stile di vita.
Con questo progetto facciamo un passo oltre e, insieme a Mbaye e Oumar, vogliamo provare la capacità inclusiva dello sport, la capacità di oltrepassare ogni barriera sociale.
Crediamo che lo sport sia un potentissimo strumento di integrazione, in grado di creare legami forti, basati sulla fiducia, sulla lealtà e il rispetto reciproco.
Mbaye e Oumar sono pronti ad allenarsi con noi e, al termine di questa avventura, avranno anche la possibilità di trovare un impiego presso Cecchi Logistica, azienda sponsor del club e sostenitrice del progetto di integrazione sociale.
Per questo quando il 22 Luglio, data dell’evento, varcheremo il traguardo della Santini Trio Senigallia sarà sicuramente una vittoria. Una vittoria di tutta la community che ha sostenuto e incoraggiato il progetto, in stile Rolling Dreamers!

Sports have the power to change the world. It has the power to inspire, the power to unite people in a way that little else does. It speaks to youth in a language they understand. Sports can create hope, where there was once only despair. It is more powerful than governments in breaking down racial barriers. It laughs in the face of all types of discrimination.

— Nelson Mandela