Club-rolling-dreamers

RD Athletics

Rolling Dreamers goes Athletics

Sono passati 2 anni dalla nascita ufficiale del Rolling Dreamers Club. Abbiamo avuto avventure indimenticabili e vissuto esperienze che credevamo impossibili.

Oggi si apre un nuovo capitolo del progetto Rolling Dreamers, ed è la dimostrazione che il tempo passato ad inseguire i propri sogni non è mai sprecato, e che i sogni condivisi diventano più vividi, e più grandi. Oggi inizia l’avventura di RD Athletics: il nostro modo di intendere l’allenamento per sport di endurance.

RD Athletics è un progetto che si basa sull’esperienza e la professionalità sviluppata negli anni, ma che soprattutto ha a che vedere con le nostre passioni, e con il desiderio di mettere in pratica quello che abbiamo imparato lavorando insieme alle persone, e condividendo sogni e aspirazioni.
RD Athletics nasce per offrire servizi di allenamento di altissima qualità per discipline di endurance e non solo, ed è dedicato – come sempre – a chi nello sport ci mette corpo, mente e cuore, senza scordarsi di sognare.

RD Athletics nasce per offrire servizi di allenamento di altissima qualità per sport endurance e non solo, ed è dedicato a chi nello sport ci mette corpo, mente e cuore, senza scordarsi di sognare.

Selective not exclusive training club

RD Athletics, “Selective – Not Exclusive – Training Club”, è un programma di allenamento a numero chiuso. Abbiamo deciso di adottare questa formula per poter seguire da vicino ogni membro del club, e riuscire a focalizzarci su esigenze e obiettivi individuali. I percorsi di allenamento saranno personalizzati in modo che ad ognuno siano offerte le condizioni per lavorare al meglio, e raggiungere i migliori risultati in base al proprio livello di preparazione, ai propri obiettivi e alle proprie necessità.
Per accedere ai programmi di allenamento – per sport di endurance o functional training – non sono richiesti requisiti particolari, seguiamo atleti ad ogni livello di preparazione, dal neofita all’esperto. La sola cosa che chiediamo è un giusto atteggiamento mentale, la motivazione e la voglia di mettersi in gioco. Da qui potrà partire la nostra avventura: i tuoi obiettivi diventeranno i nostri obiettivi, e insieme svilupperemo un percorso di crescita personale a 360°.
Siamo pronti a dare inizio a questa nuova avventura, con i piedi ben saldi sul terreno e lo sguardo rivolto alla luna.

What you do today can improve all your tomorrows.

— Ralph Marston


Francesco’s way

Verso l’IRONMAN

Francesco Giannecchini è stato il primo ad entrare a far parte della famiglia quando il progetto Rolling Dreamers era ancora agli albori. Insieme a noi, e sotto la guida di Coach Zaina, si è avvicinato al triathlon ed è cresciuto tagliando un traguardo dopo l’altro, a partire dal primo triathlon su distanza olimpica a Sirmione nel 2017, ai successi del 2018 con il 70.3 di Pula e la qualifica al IRONMAN 70.3 World Championship in South Africa, alla chiusura dell’anno con la Maratona di Firenze, all’Iron Lake 70.3 ad Aprile 2019 e all’Ironman 70.3 a Barcellona ad Maggio 2019.

Negli ultimi due anni ha bruciato le tappe e si è preparato con determinazione per raggiungere il suo obiettivo: partecipare ad una gara su distanza IRONMAN.

Festeggiamo insieme questo nuovo traguardo, fieri di averti con noi e già pronti per vivere insieme una nuova avventura!

Una performance eccezionale

Francesco Giannecchini e Coach Zaina si erano posti un traguardo importante per la stagione 2019, partecipare ad un IRONMAN, la competizione più dura nella disciplina del triathlon. L’esordio di Francesco è stato l’IRONMAN di Klagenfurt in Austria, lo scorso 7 Luglio.
Quando ha tagliato il traguardo, chiudendo con il tempo notevole di 9 ore e 34 minuti, è stato il raggiungimento di un sogno, non solo personale ma anche condiviso con tutti i Rolling Dreamers.

Grazie Francesco per averci dimostrato ancora una volta che con entusiasmo e determinazione possiamo far avverare i nostri sogni, e che mettendocela tutta ogni limite può essere superato. Questo è lo spirito dei Rolling Dreamers e tu sei un modello per passione, motivazione e mentalità. Festeggiamo insieme questo nuovo traguardo, fieri di averti con noi e già pronti per vivere insieme una nuova avventura!

Pain is the sign that I’m taking things to the next level

- Daniela Ryf


Memorable Challenges

Che coppia! Giannecchini e Coach Zaina

Francesco Giannecchini entra a far parte della famiglia Rolling Dreamers nel 2017, quando affronta il suo primo Triathlon su distanza Olimpica a Sirmione. È l’inizio di un percorso condiviso con Coach Zaina e basato su obiettivi comuni: inseguire la passione per lo sport mettendoci corpo, testa e cuore, con la volontà di arricchirsi come persone. Questa sinergia porta a grandi risultati e il 2018 per Francesco è un anno di scoperte e crescita. La partecipazione al 70.3 di Pula frutta la qualifica alla finale mondiale in Sudafrica, che Francesco chiude con un’ottima prova fermando il cronometro a 4h:28’ che gli vale la 52° posizione di categoria.

A Novembre termina la stagione sportiva alla maratona di Firenze, dove batte il suo record personale chiudendo i 42,195 km in 2h:48’ ed illuminando la cupa giornata fiorentina con una prestazione esemplare: sintesi perfetta di passione, sacrificio, forza di volontà e grande tenacia nel gestire la fatica mentale e fisica accumulate in un anno molto denso.

Forza Francesco!

La sfida continua: in cammino verso l’Ironman

L’Ironman a Klagenfurt il prossimo Luglio è l’obiettivo primario di Francesco e Coach Zaina per questo 2019. Un’avventura oltralpe i cui esiti saranno fondamentali per capire i prossimi passi, con la speranza condivisa da atleta e preparatore di trovarsi a preparare la prossima avventura prenotando un volo verso le Hawaii.

Sognare è doveroso per un Rolling Dreamers, ma tornare alla realtà non è così male considerato lo scoppiettante inizio di stagione! Il duro lavoro invernale, iniziato con Coach Zaina in una settimana di intensi allenamenti a Lanzarote, ha dato i suoi frutti e Francesco ha chiuso lo scorso 28 aprile l’Iron lake 70.3 in terza posizione assoluta. L’ultima tappa di avvicinamento è stato l’Ironman 70.3 a Barcellona, poi non resta che concentrarsi sul traguardo finale. Forza Francesco!

A good coach allows people to blossom. I've seen that.

- Dominique Moceanu


Not Ordinary Camp

Fuori dall’ordinario

Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per interrompere la routine e vivere delle giornate all’insegna della meraviglia, dell’inaspettato, dell’avventura. Per questo siamo così affezionati ai Not Ordinary Camp, occasioni imperdibili per vivere lo sport nel modo che più ci piace: fuori dalla palestra, insieme ad altre persone, aperti ad ogni possibilità. Crediamo che questa sia la formula migliore per rendere lo sport un’esperienza unica, per fare squadra, ed entrare in contatto con la natura.
E anche l’ultima tre giorni a Bolgheri (29/31 Marzo) non ci ha deluso. Abbiamo messo insieme due gruppi – uno di triatleti l’altro di ciclisti puri – e abbiamo dato inizio ad una nuova esperienza.

Il Not Ordinary Camp è un’occasione per vivere lo sport nel modo che più ci piace: fuori dalla palestra, insieme ad altre persone, aperti ad ogni possibilità.

Non solo training

Il Not Ordinary Camp non è un comune training camp. Sicuramente il lato tecnico è presente e studiato come un percorso formativo ottimale. I momenti di allenamento sono fondamentali e sono gestiti dai nostri coach in modo serio e professionale. Non si tratta però di una full immersion, ma piuttosto di un percorso che lascia modo di godersi una pedalata su una strada bianca tra i vigneti o un tramonto sul viale dei cipressi.

Un’esperienza che prevede momenti di condivisione, di team building e di apertura verso nuove realtà. Momenti di totale calma e relax a Podere Arduino, che come sempre ci coccola con delizie culinarie e panorami mozzafiato. Risvegli carichi di energia nella quiete della campagna alle prime luci del mattino. Momenti di puro divertimento nati dall’incontro casuale con abitanti del posto, personaggi autentici ed esuberanti, 100% toscani. Tre giornate magiche e straordinarie, in perfetto stile Not Ordinary Camp.

When I prepare, I am not messing around. I find the right places, the right people, and the right environment.

- Conor McGregor


Keep it simple!

Keep it simple!

Il Rolling Dreamers Club è un turbinio di attività che ci danno energia e ci riempiono il cuore. Sappiamo però quando è il momento di cambiare marcia e lasciare da parte agende, appuntamenti ed emergenze. Facciamo una pausa e liberiamo la mente. Torniamo alle cose semplici.

Abbiamo seguito un’idea semplice ma assolutamente non banale: concentrarci sull’essenziale. È una sfida fondamentale per imparare ad avere controllo della propria vita e del proprio tempo, oggi così saturo di impegni e attività. Capire cosa è essenziale e cosa è superfluo e non avere timore di dedicare più attenzione ai gesti più semplici.

Noi abbiamo trovato nella natura una grande maestra, ed entrarci in armonia è un modo per imparare ad apprezzare le leggi elementari e coltivare uno stato mentale positivo. È un piacere accessibile a tutti, in qualsiasi momento, ma che spesso diamo per scontato. Per questo ci regaliamo dei momenti dedicati alla scoperta della semplicità nella sua straordinarietà, allontanandoci dalla frenesia del quotidiano e della città.

Piccole cose che ci aiutano a vivere meglio e a trovare il nostro equilibrio.
Pedalare, osservare un paesaggio, gioire della compagnia reciproca, accendere un fuoco e contemplare la bellezza della natura. Perché a volte rallentare è il modo migliore per andare avanti.

Le cose più semplici sono le più straordinarie, e soltanto un saggio riesce a vederle.

Paulo Coelho


A Wild Experience

Night Out in Bolgheri

La nostra passione per il cicloturismo ci ha insegnato ad apprezzare i panorami naturali e il territorio, sempre all’interno della dimensione del viaggio. Questa volta abbiamo deciso di tentare un approccio diverso, per vivere la natura in modo più ravvicinato e incondizionato.
Così nei giorni scorsi un team esiguo ma determinato di Rolling Dreamers è partito per la campagna di Bolgheri, splendido borgo toscano. L’obiettivo era vivere un’esperienza diversa, lontana sia dalla frenesia della città che dall’adrenalina della competizione sportiva.

Siamo arrivati alla sommità del colle, qua il bosco si apriva rivelando l’immensa volta del cielo, sereno e stellato.

Rolling Dreamers Base Camp

Per prima cosa abbiamo allestito il campo base. Abbiamo montato le tende, raccolto la legna e acceso il fuoco che ci ha aiutato a tollerare le basse temperature invernali. Poi ci siamo dedicati alla preparazione del pasto, cercando il più possibile di seguire le tecniche del bushcraft, che prevede l’utilizzo delle risorse a disposizione per la sopravvivenza in ambienti naturali. Abbiamo utilizzato cibi elementari come patate, cipolle e uova, sfruttando la cenere e la brace del falò per cuocerli al punto giusto. Dopo questo pasto semplice ma gustoso abbiamo fatto una lunga camminata in notturna, fino ad arrivare alla sommità del colle sopra di noi. Qua il bosco si apriva rivelando l’immensa volta del cielo, sereno e stellato. Prima di rientrare al campo base abbiamo acceso un nuovo fuoco per poter sostare e rifocillarci con una bevanda calda, e godere dell’incredibile meraviglia della natura.

Look up at the stars and not down at your feet. Try to make sense of what you see, and wonder about what makes the universe exist. Be curious.

- Stephen Hawking


A weekend at the Clubhouse

Bike Fitting con 4Performance

Ci piace iniziare l’anno con energie ed idee nuove, e questo Gennaio è la dimostrazione che stiamo andando nella giusta direzione!
Il weekend 19-20 Gennaio la Clubhouse è stata centro di attività diverse, condivisione di momenti ricchi e interessanti e contest stravaganti!
Siamo felici di aver ospitato i ragazzi di 4Performance, Enrico Licini e Alessio Camilli, che da Treviso sono arrivati a Firenze per portarci la loro esperienza, professionalità ed entusiasmo.
Enrico e Alessio si occupano di bike-fitting, e nei 3 giorni che siamo stati insieme hanno regolato la messa in sella ai membri del Rolling Dreamers Club. Il bike-fitting è un processo molto tecnico che prevede di adattare la bici (manubrio, attacco manubrio, sella) e permettere all’atleta di disegnare gli angoli di pedalata più efficienti: così facendo si possono ottenere benefici sia in termini di performance che a livello posturale.

The bike is the perfect marriage of technology and human energy.

— Jeremy Corbyn

Workshop Nutrizione Sportiva&Endurance

Enrico e Alessio hanno partecipato insieme a noi alla vita del club, partecipando all’uscita domenicale e al secondo evento che si è svolto alla Clubhouse durante il fine settimana: il workshop su Nutrizione Sportiva & Endurance. Questa è stata l’occasione per presentare a tutti i 40 partecipanti Andrea Zonza, biologo e nutrizionista, ma soprattutto new entry nello staff Rolling Dreamers.
Andrea ha tenuto il workshop insieme al coach Luca Zaina per presentare un nuovo progetto del club, che prevede la cura parallela di due aspetti fondamentali per ogni sportivo, l’allenamento e la nutrizione. Luca e Andrea lavoreranno insieme durante questa stagione per fornire ai membri del Rolling Dreamers Club, parallelamente alla consueta scheda di allenamento, delle indicazioni nutrizionali basate sugli obiettivi fissati e sulla stagionalità degli alimenti.

La serata si è conclusa con la coronazione del vincitore della contest “il dolce più indicato per uno sportivo”, seguita da un picco calorico per tutti i partecipanti del workshop!

Luca e Andrea lavoreranno insieme per fornire, parallelamente alla scheda di allenamento, le indicazioni nutrizionali basate sugli obiettivi fissati e sulla stagionalità degli alimenti.


Join the RD Club!

Campagna Tesseramenti 2019

È già passato un anno da quando le porte del Rolling Dreamers Club si sono aperte ufficialmente: è stato un anno ricco di sfide, nuovi progetti e momenti di puro divertimento. Ma non è ancora l’ora di tirare le somme del 2018, per questo aspetteremo la fine dell’anno solare…

Questo è invece il momento di iniziare un’altra avventura e aprire le porte del Rolling Dreamers Club a nuove energie e nuovi amici: inizia la campagna tesseramenti 2019!

Se credi che lo sport sia veicolo di valori positivi, se desideri condividere la tua esperienza sportiva quotidiana, se ti piace viaggiare e sei sempre alla ricerca di nuove sfide: forse ancora non lo sai ma sei un Rolling Dreamer!

Per essere un Rolling Dreamer, quel che occorre è il desiderio di raggiungere gli stessi obiettivi, attraverso gli stessi valori: dream, train, explore.

Essere un Rolling Dreamer

Oggi il Rolling Dreamers Club è una comunità internazionale che unisce sportivi e appassionati di sport da 14 paesi nel mondo, con rappresentanti in tutti i continenti. Non ci sono vincoli – di esperienza, età, genere o appartenenza – per essere un Rolling Dreamer, quel che occorre è il desiderio di raggiungere gli stessi obiettivi, attraverso gli stessi valori: “Dream, Train, Explore”.

DREAM perché crediamo che lo sport abbia valore sociale, e possa avere effetti positivi legati al rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

TRAIN perché vediamo nello sport un impegno quotidiano nel raggiungimento dei propri obiettivi e nel superamento dei propri limiti.

EXPLORE perché lo sport non è solo allenamento ma anche esperienza, fatta di scoperta, avventura e legami con il territorio.

Puoi allenarti sotto il segno della luna crescente, e diventare un Rolling Dreamer, iscrivendoti al Club dal 10 Dicembre 2018 al 31 Gennaio 2019.
Se invece sei già membro del Club, questa è l’occasione per accedere al programma Ambassador presentando 3 nuovi Rolling Dreamers!

Sports teaches you character, it teaches you to play by the rules, it teaches you to know what it feels like to win and lose. It teaches you about life.

— Billie Jean King


Challenge Forte Village

Half Ironman

Anche quest’anno la stagione del triathlon italiano si è chiusa in bellezza con il Challenge Forte Village. Il 27 e il 28 Ottobre la costa meridionale della Sardegna ha ospitato l’evento internazionale che è garanzia di adrenalina, divertimento e paesaggi mozzafiato.

La distanza prevista era quella del “mezzo Ironman” – 1,9 km nuoto + 90 km bici + 21 km corsa – che poi si è ridotta alla frazioni bici + corsa, a causa delle condizioni del mare che hanno impedito lo svolgimento della frazione di nuoto.

Tra i 1400 partecipanti al Challenge Forte Village anche Fabrizio Castelli, ambassador di liunga data del progetto Rolling Dreamers, che ha portato i nostri colori fino al traguardo!

Oggi esultiamo per una nuova sfida compiuta, grazie alla condivisione dell’allenamento e alla passione per lo sport!

Training con i Rolling Dreamers

Fabrizio Castelli, oltre che atleta paralimpico di canottaggio e handbike, è anche un Rolling Dreamer autentico. Per questo una volta raggiunti i propri traguardi non si è fermato, ha colto l’occasione per spostare l’obiettivo un po’ più avanti ed iniziare una nuova avventura.

È così che un anno fa è iniziato il percorso che ha portato Fabrizio al Challenge Forte Village. Un percorso di avvicinamento allo sport multidisciplinare per eccellenza, il triathlon, che siamo felici di aver condiviso all’interno del Rolling Dreamers Club.

Il coach Luca Zaina ha seguito Fabrizio nella preparazione alla gara, con l’obiettivo di imparare a gestire le distanze, gli sforzi e le transizioni tra le discipline.
Oggi esultiamo per una nuova sfida compiuta, grazie alla condivisione dell’allenamento e alla passione per lo sport!

The man who has no imagination has no wings.

— Muhammad Ali


Human Factor - Finish line

Obiettivi raggiunti, insieme

Con i quattro mesi di allenamento impressi nei muscoli, nel cuore e nella mente, siamo arrivati alla tappa finale del percorso, la Santini Trio Senigallia Ride.
Ma ci siamo arrivati nello stile Rolling Dreamers, combinando la gara sportiva al viaggio e l’avventura, e partendo da Firenze in direzione Senigallia. Due giorni di viaggio ed uno di riposo prima della gara, utili per canalizzare l’energia, per trovare un equilibrio, per preparare tutti i minimi dettagli. Poi non è rimasto che affrontare il triathlon, e abbiamo tagliato il traguardo con la consapevolezza di star facendo qualcosa di grande. Insieme a tutte le persone che hanno sostenuto il progetto Human Factor, abbiamo dimostrato che se si uniscono le forze, se si lavora insieme, è possibile raggiungere l’obiettivo, qualsiasi sia il punto di partenza.

Non si tratta solo di un messaggio, ma di un cambiamento reale e tangibile.

Un cambiamento reale

In un periodo denso di conflitti – sociali, economici, politici – il progetto Human Factor è un esempio virtuoso di inclusione e integrazione attraverso lo sport. Siamo felici di poter lanciare questo messaggio potente, ma ancora più felici di sapere che non si tratta solo di un messaggio, ma di un cambiamento reale e tangibile. La vita di Mbaye e Oumar è veramente cambiata grazie al progetto Human Factor, e così sono cambiate le loro opportunità per il futuro. A Settembre avranno entrambi un colloquio lavorativo con Cecchi Logistica, azienda partner del progetto e molto vicina ai Rolling Dreamers.
Inoltre, la palestra Tropos, in cui abbiamo svolto tutto il percorso relativo al nuoto, ha offerto a Mbaye e Oumar la possibilità di continuare ad esercitarsi in piscina e, a tempo debito, ottenere il brevetto di assistente bagnante per poter trovare impiego nella struttura.

It is almost impossible to divorce sport from politics, but sport is such a positive factor in today's society - there is nothing else which will bring so many people together in that atmosphere.

— Lynn Davies